William Hill Acquista Importanti Ricevitorie di Las Vegas dal Tribolato CG Technology

L’allibratore britannico William Hill si prepara a diventare ancora più grande nel Nevada, dove già gestisce la maggioranza delle ricevitorie tramite un accordo recentemente siglato per acquistare le attività di ricevitoria di CG Technology (già Cantor Gaming) sia nello Stato d’Argento (Silver State, soprannome del Nevada) che nelle Bahamas.

L’accordo include le locazioni di strutture di scommesse sportive di alcuni dei più importanti resort di hotel e casinò della Strip di Las Vegas.

La divisione USA di William Hill attualmente gestisce 113 di circa 200 ricevitorie del Nevada. Tuttavia, l’importante operatore di scommesse sportive non aveva una presenza significativa sulla Strip. L’acquisizione delle attività di CG Technology migliorerà oltremodo la presenza di William Hill nel centro chiave del gioco d’azzardo.

Espansione sulla Strip di William Hill

I termini finanziari o altro dell’accordo non sono stati rivelati. La transazione è soggetta all’approvazione normativa del Nevada e delle Bahamas e il rispetto di altre condizioni di legge, e dovrebbe concludersi nel corso della prima metà del 2020.

L’accordo include le locazioni di ricevitorie di The Cosmopolitan di Las Vegas, The Venetian, The Palazzo, il Palms, Tropicana e Silverton, nonché Atlantis Resort a Paradise Island.

Commentando l’aggiunta delle nuove ricevitorie al loro già cospicuo portfolio, il CEO USA di William Hill, Joe Asher, ha detto che l’accordo permetterebbe loro di espandere la loro presenza a Vegas a “diversi rinomati resort” e che “non vedono l’ora di lavorare con i nostri nuovi soci di casinò e di trasportare la clientela al dettaglio e da dispositivi mobili di CG Technology alla nostra pluripremiata offerta.”

Parikshat Khanna, CEO di CG Technology, ha aggiunto che sono ansiosi di “una transizione senza soluzione di continuità per i nostri fedeli soci e clienti di casinò.”

L’acquisizione delle ricevitorie di CG Technology aiuterà William Hill a portare avanti ulteriormente la sua strategia di classificarsi tra i protagonisti nello spazio regolamentato di scommesse sportive USA. Come sopra menzionato, la società si è già consolidata come protagonista del mercato nel Nevada.

La sua collaborazione con l’operatore di casinò con sede a Reno, Eldorado Resorts, ha permesso alla società di espandersi in altri stati in cui le scommesse sportive sono diventate legali dal maggio 2018, quando la Corte Suprema USA ha eliminato il divieto federale di lunga data sulle scommesse sportive.

In più, tramite il suo accordo con Eldorado, William Hill è anche pronto a ottenere presto l’accesso a proprietà gestite da Caesars Entertainment Corp. Eldorado e Caesars hanno accettato di fondersi all’inizio di quest’anno. La loro combinazione dovrebbe concludersi nel 2020, previa approvazione dell’ente regolatore.

L’espansione delle scommesse sportive USA di William Hill mira a mitigare gli effetti dannosi della crescente pressione normativa nel Regno Unito. Un recente giro di vite per il dettaglio nella patria dell’allibratore l’ha costretto a chiudere 700 locali di scommesse quest’anno, cosa che ha provocato una diminuzione nelle sue entrate nel Regno Unito. Il calo delle entrate è stato compensato dall’espansione e la prestazione online USA della società.

Secondo l’ultimo aggiornamento commerciale di William Hill, le entrate della società sono aumentate dell’1% nelle 17 settimane fino al 29 ottobre 2019.

L’Accordo Segna la Fine di CG Technology

Secondo gli esperti del settore, la decisione di CG Technology di vendere le sue attività di ricevitoria potrebbe essere stata sollecitata dalla fama della società, che si è costruita intorno a gravi violazioni delle norme del Nevada in diverse occasioni nel corso degli ultimi cinque anni.

La Commissione del Gioco d’Azzardo del Nevada ha multato CG Technology per $8,8 milioni tra il 2014 e il 2018 a seguito di tre denunce di violazioni normative. L’importo suddetto comprende la seconda sanzione più alta imposta dall’ente regolatore, $5,5 milioni che la società ha pagato per patteggiare le accuse di gioco d’azzardo illegale e riciclaggio di denaro.

A novembre 2018, la CG Technology ha quasi evitato la revoca della sua licenza nel Nevada. La società si è offerta di pagare $2 milioni per patteggiare le carenze di conformità. La Commissione di Gioco d’Azzardo del Nevada ha accettato quell’offerta e ha deciso di non bandire l’operatore dallo Stato d’Argento.

Brendan Bussmann, un socio del Global Market Advisor, ha detto al Las Vegas Review-Journal che CG Technology può aver deciso di vendere le sue attività proprio a causa dei suoi precedenti problemi normativi. Il sig. Bussmann ha sottolineato che quelli “continuavano ad essere presenti come potenziale responsabilità” e che “la gente a volte non dimentica le cose” anche se una società è sotto una nuova gestione.

Notizie correlate

CasinoNewsDaily è un supporto mediatico che mira a fornire notizie quotidiane dal settore del casinò e guide di gioco dettagliate. Le nostre guide trattano i giochi della roulette, blackjack, slot e video poker.

Comments are closed.

Share This:
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Reddit
Reddit